venerdì 18 maggio 2018

Roberto Roganti - Morte al Villaggio Giardino


Questo "giallino" nasce da un racconto breve e non ha molte pretese. Sono sempre stato un buon lettore di thriller e polizieschi, poi un giorno ho cominciato a scrivere poesie. Chissà che ispirazione mi avranno dato quei libri, vi chiederete. In un certo senso hanno avuto la loro importanza, nella mia opera poetica svetta la morte, nei miei testi cito morti naturali e nei gialli invece si parla di morti ammazzati, ma sempre morti sono.

I protagonisti e qualcun altro, a dispetto di tutti i libri del genere, sono veramente esistenti, tutti gli altri sono frutto della mia fantasia, così almeno mi garantisco qualche vendita, chi è citato sicuramente una copia la compra.
Ho subito qualche critica: che ho parlato di cose poco interessanti; che avrei dovuto sviluppare di più certi aspetti; che essendo ambientato a Modena avrei dovuto descrivere di più la città; che è un po' pesante; ma anche che questo è un testo veloce e simpatico, uno scherzo se vogliamo. Ho creato un gruppo di persone sulla falsa riga dei vecchietti di Marco Malvaldi, solo che qui gli amici, ad un certo punto, si incontrano veramente e veramente mi danno il loro parere, che poi io riporto nel libro. Un giallo fantasioso intriso di realtà, una fusione di idee. Con la scusa della convivialità ho creato un gruppo di amici in carne ed ossa, speriamo che duri.






Roberto Roganti, modenese, fisioterapista; tutto cominciò nel 2009, praticamente per caso ma sicuramente ce l'aveva nel sangue, la sua media dislessia gli aveva impedito per almeno 50 anni di esprimersi a dovere, adesso che è sbocciato non lo ferma più nessuno.
Nel 2010 ha partecipato alla II° edizione del Premio Provinciale di Poesia Dialettale “La Gratusa d’Or” con buon piazzamento.
Nel 2011 ha partecipato alla XVII° Edizione del Concorso “Tra Secchia e Panaro” e nella sezione Poesia dialettale ha ricevuto il Premio Speciale della Giuria piazzandosi al settimo posto.
Nel 2016 ha partecipato alla VIII ed. del Concorso Parole e Poesie, piazzando ben due poesie al 4° posto. 
Ha fatto e fa parte di giurie in vari concorsi nazionali. Fondatore de I Poetineranti, gruppo che si dedica alla lettura dei propri testi in pubblico.

Pubblicazioni:

Attimi..., 2009, poesie
Illusionista, 2009, poesie
Famiglia, 2010, poesie
Groggologia, 2010, poesie e racconti
GnaM Anno 1, 2011, eno-gastro-chiacchiere
GnaM Anno 2, 2013, eno-gastro-chiacchiere
Appunti poetici di un fornicatore di anime, 2013, poesie
Rac...corti in scatola, 2013, racconti
GnaM Anno 3, 2015, eno-gastro-chiacchiere
Dal seggiolone al liceo in 100 passi, 2016, autobiografico

Inoltre sue poesie in italiano e vernacolo sono presenti in diverse antologie.