Vanni Ferrara


Una giovane turista viene trovata morta nella pineta di Volano. Sul suo corpo solo un graffio che ricorda quello di un piccolo felino. 
Il capitano Manuel Costa, trasferito a dirigere la Stazione dei Carabinieri di Comacchio dopo essere stato ferito in azione, è chiamato a risolvere il caso, che si rivela più complicato del previsto. Non solo l’assassino non ha lasciato nessuna traccia, ma nel sangue della vittima viene trovato un veleno piuttosto inusuale: la neurotossina del pesce palla. 
A mano a mano che le indagini procedono, emergerà un legame con un duplice omicidio irrisolto avvenuto cinque anni prima e nomi di insospettabili: un ricco imprenditore morto per overdose, una misteriosa donna bionda, un senzatetto e un sacerdote senza scrupoli. 
Un giallo senza esclusione di colpi nell’estate della movida della Riviera Adriatica.