Gian Carlo Montanari e Luigi Malavasi Pignatti Morano - Uve modenesi tra XVIII e XIX secolo

A partire dal ritrovamento di un poemetto sui vini modenesi di metà XVIII secolo, questo studio si ricollega al celebre viticoltore Francesco Aggazzotti, primo sindaco di Formigine nella storia dell'Italia unita.
Dal confronto tra il Catalogo descrittivo delle principali varietà di uve di quest'ultimo e il suddetto poemetto emerge un'interessante rassegna delle uve modenesi a cavallo di due secoli, con curiose sovrapposizioni e importanti innovazioni.
I vini modenesi di Francesco Pincetti, arioso baccanale settecentesco, costituiscono una fonte preziosa per risalire alle origini dei principali vini del nostro territorio; una fonte oggi per lo più sconosciuta, ma invece tenuta in forte considerazione dall'Aggazzotti, attento selezionatore e intenditore di vini.
Raffrontando il poemetto con il Catalogo, i due curatori - Gian Carlo Montanari e Luigi Malavasi Pignatti Morano - hanno inteso calcare un terreno abitualmente battuto dagli appassionati di enologia, storia e letteratura, avendo cura di sviscerare il tema - di per sé potenzialmente spigoloso - con chiarezza e semplicità espositiva.

UVE MODENESI TRA IL XVIII E IL XIX SECOLO






Gian Carlo Montanari, modenese, insegnante nelle scuole superiori e pubblicista, collabora con varie testate giornalistiche e si occupa da anni di ricerca storica. Regista teatrale e cultore delle tradizioni dialettali, è un esperto ed apprezzato conferenziere. Tra le sue ultime pubblicazioni: Il letterato abate. Giuseppe Ferrari da Castelvetro (l 720-1773), Accademico Dissonante e Pastore Arcade "Tigrinto Bistonio" (Il Fiorino, 2015), Attualità e meraviglie de La Secchia Rapita (Mucchi, 2015) e Teresa Bernardi nata Cassiani Ingoni, poetessa e pedagoga (Il Fiorino, 2017).

Luigi Malavasi Pignatti Morano, nato a Modena nel 1985, collabora con riviste di storia locale e dal 2013 al 2016 ha curato una rubrica storico-letteraria sul quotidiano modenese «Prima Pagina». Di recente ha pubblicato Camerata Garibaldi. Lo sfruttamento propagandistico del mito dell'Eroe dei due mondi nella stampa fascista modenese (Il Fiorino, 2017) e una seconda edizione de La vita di Nazario Sauro e il martirio dell'eroe di Carlo Pignatti Morano (Il Fiorino, 20 17), uscito nel 1922 presso l'editore Treves. Tiene abitualmente conferenze di argomento storico-letterario presso diverse associazioni culturali della sua città