Roberto Roganti


Modenese di nascita e di vita. I suoi primi 50 li ha vissuti all'ombra della sofferenza altrui, nel profumo di canfora e disinfettante, tra sirene e urla di dolore, poi un giorno ha scoperto che c'era anche un altro mondo, più silenzioso, più profumato, più colorato, ha preso una penna in mano e ha cominciato a scrivere tutto quello che lo aveva colpito negli anni, rievocando momenti tristi e allegri allo stesso tempo, buttando giù le parole con semplicità, col desiderio di far sognare a occhi chiusi chi le leggeva. 
Dalla sua penna sono nati vari libri, di argomenti anche diametralmente opposti, poesie, racconti brevi, chiacchiere cibernetiche, ricette di cucina e recensioni di ristoranti. Ha partecipato ad alcuni concorsi e fatto (e fa) parte di giurie. Suoi scritti compaiono in varie Antologie. La sua avventura comincia nel 2009, e a tutt'oggi, oltre varie pubblicazioni, è il Deux ex Machina de I Poetineranti, da lui inventati, creati e gestiti... un gruppo di scrittori che ama esibirsi con il microfono in mano leggendo solo i propri scritti, in lingua o in vernacolo. 
Dal 2017 cura per conto della casa editrice Il Fiorino di Modena la rivista trimestrale storico-culturale Modena e dintorni Cultura.

Ha pubblicato: Attimi... - poesie e foto, 2009; Illusionista - silloge, 2010; Famiglia - silloge, 2010; Groggologia - poesie e racconti, 2010; GnaM Anno 1 - chiacchiere mangerecce, 2011; Noipervoi - raccolta di A.V. per il terremoto del 2012; Appunti poetici di un fornicatore di anime - poesie, 2013; GnaM Anno 2 - chiacchiere mangerecce, 2013; Rac...corti in scatola - racconti, 2013; Poetineranti 2014 - raccolta di A.V., 2014; GnaM Anno 3 - chiacchiere mangerecce, 2015; Poetineranti 2016 - raccolta di A.V, 2016; Dal seggiolone al liceo in 100 passi, raccontini autobiografici, 2016.