martedì 29 maggio 2018

Fabio Stancari - Il Fraseggiar Cortese


Fabio Stancari si presenta:
Ho scritto due libri, "Percorsi di Vita" e "Il Fraseggiar Cortese". In linea di massima vi dico non hanno saputo darmi una vera e propria identificazione infatti c'è chi dice che io scrivo "poesie", altri "riflessioni, io non ho scritto "prosa" o un "diario", semplicemente dico sono "Spunti di vita condivisibili ...". Ho passato 32 anni alla disperata ricerca di me stesso. Dal 2006 al 2014 ho avuto 4 ricoveri in istituti psichiatrici. Dai miei 16 anni ai 48 ogni cosa che provassi a fare, pensare o interessarmi, si è rivelata un insuccesso, da due anni a questa parte però tutto è cambiato. Faccio interviste, ho scritto due libri che parlano di me e, comunque, stranamente ovunque vado tutti vogliono parlare con me, e io dico a tutti "ragazzi, con calma, voglio parlare con voi, ma mettetevi in fila".
Non so cosa il Signore abbia deciso per me, ma non vedo l'ora di scoprirlo ... 






(da prefazione di Percorsi di vita).
Fabio Stancari si definisce un giocoliere di parole, chiede scusa se le parole sono il suo mestiere, ma è proprio per questo che scrive, perché non ne può certo fare a meno. Perché la poesia è fatta di percorsi di vita (il titolo della sua prima raccolta), gli stessi percorsi che l’autore attraversa nei suoi testi, segno del viaggio intimo e spesso doloroso che lui stesso si è trovato più volte a dover affrontare, nella solitudine, nelle case protette in cui per un periodo della sua vita si è trovato ad abitare. Leggere queste poesie è come percorrere un percorso concentrico, che dalle periferie dell’anima ne raggiunge il centro, dove vive una coscienza vigile e attenta, che approfitta degli spazi tra una parola e l’altra per uscire dalla nicchia, dall'emarginazione e in qualche modo, dal silenzio.